Indice Dietro Avanti
Roma, dupondio, Nerone e la Vittoria - artefatto
18.4.2020
le invio altre fotografie di una moneta greca.
Colore: Argento
Peso: 18,40g
Asse di conio: 12-6
Prova Magnetica: Negativa
Diametro: 30mm
Tipologia: Greca Atene
fig. 1
Cliccare sulle immagini per ingrandire
Roma, 26.4.2020
Egregio Lettore,
di seguito riporto gli elementi significativi riguardanti la moneta di figura:

Dupondio1, zecca di Lugdunum, c. 63-65 d. C.

Descrizione sommaria (sono indicate in rosso le parti della leggenda usurate o comunque illeggibili):
D. NERO CLAVD CAESAR AVG GERM PM TR P IMP P P2. Nerone, testa laureata a sinistra. Bordo perlinato.
R. VICTORIA AVGVSTI3. II sopra segnato in esergo4. S C a sinistra e a destra nel campo. La Vittoria, gradiente a sinistra, porge una corona. Bordo perlinato.

La ricerca nel web di monete della tipologia di figura non ha dato luogo ad alcun risultato. Riporto di seguito i link a due dupondi tipologicamente "affini" al campione in esame, il primo classificato Ric 199, testa radiata a sinistra, con GER nella leggenda del dritto e Vittoria "flying"; il secondo classificato Ric 412, testa laureata a sinistra, con GERM nella leggenda del dritto e Vittoria "walking":

  1. http://www.wildwinds.com/coins/ric/nero/RIC_0199.jpg Nero AE Dupondius, Rome, 63 AD. NERO CLAVD CAESAR AVG GERM P M TR P IMP P P, radiate head left / VICTORIA AVGVSTI, S-C across fields, II in ex., Victory flying left holding wreath and palm branch. RIC 199, BMC 219; Sear 1969; WCN 196.
  2. http://www.wildwinds.com/coins/ric/nero/RIC_0412.jpg Nero, AE laureate dupondius, Lyons mint, 65 AD. NERO CLAVD CAESAR AVG GER P M TR P IMP PP, laureate head left, globe at point of bust / VICTORIA AVGVSTI, II in ex., S-C across fields, Victory walking left, holding wreath and palm. RIC 412; Sear -; BMC 351; WCN 509.
Dupondio Ric 199 - Vittoria flying (volante)
Dupondio Ric 412 - Vittoria walking (marciante) Dupondio, la moneta in esame



Come si pu osservare, la moneta in esame ha la testa laureata, come la Ric 412 e la leggenda del dritto come la Ric 199 e la Vittoria non , n volante, n marciante, ma stante. D'altra parte la moneta in esame mostra palesi segni di frattura e di rielaborazione, come le lettere SC che sembrano incuse e il busto della Vittoria che appare ruotato all'indietro di una ventina di gradi rispetto all'asse del tronco e quindi verosimile che, nella ricomposizione dopo la frattura, l'originario gruppo GERPM sia diventato GERMPM, con le lettere MP pi distanziate dal bordo rispetto alle altre, portando cos la leggenda del dritto ad articolarsi come la Ric 199. Allo stato delle cose molto difficile stabilire di quali pezzi originali sia composto il puzzle della moneta in esame, divenuta con il restauro pi pesante del dovuto, ragione per cui parlo di "artefatto" nel titolo della relazione.

Un saluto cordiale.
Giulio De Florio

---------------------------------------------------------

Note:
(1) Dupondio (oricalco). Secondo BMC, il dupondio di Nerone pesava c. 14,55g (media su 32 esemplari); dunque la moneta di figura con i suoi 18,40g pi vicina al sesterzio che non al dupondio, anche se il segno del valore II in esergo ne determina l'assegnazione certa al dupondio, battuto dalla zecca di Lugdunum, vista la presenza del globetto all'apice del busto.
(2) NERO CLAVD CAESAR AVG GERM P M TR P IMP P P (NERO CAESAR CLAVDius AVGustus GERManicus Pontifex Maximus TRibunicia Potestate IMPerator Pater Patriae) la leggenda del dritto, come appare allo stato presente.
(3) VICTORIA AVGVSTI (La Vittoria di Augusto). Secondo BMC, il tema della Vittoria probabilmente legato alla campagna condotta con successo da Nerone contro i Parti.
(3) II sopra segnato il segno del valore, proprio dei dupondi (v. Ric pag. 143).
Indice Dietro Avanti